Consigli dell'EspertoDormire Bene7 motivi per cui ti scaldi mentre dormi e come risolvere il problema

Una stanza troppo calda o troppo fredda, si sa che può creare difficoltà ad addormentarti. La temperatura ambientale ottimale per dormire è compresa tra 19° e 21° C. Anche se la tua stanza ha la temperatura perfetta per te, è comunque possibile sentire troppo caldo durante la notte.
La tua biancheria da letto, la routine pre-sonno, alcuni farmaci e alcune condizioni mediche possono farti sentire accaldato.
Esaminiamo sette motivi per cui potresti surriscaldarti quando dormi ed esaminiamo le possibili soluzioni.

1. Temperatura e umidità

Se ti senti troppo caldo durante la notte, potrebbe essere perché la temperatura della tua stanza è troppo calda. L’esposizione al calore durante la notte aumenta la veglia e diminuisce il sonno a onde lente e il sonno REM, inoltre l’umidità può anche amplificare l’effetto del calore riducendo la capacità del sudore di evaporare.

Possibili soluzioni

  • Apri una finestra.
  • Utilizzare un deumidificatore.
  • Utilizzare un ventilatore o aria condizionata.
  • Spostare il materasso sul pavimento.
  • Una doccia fredda prima di andare a letto.

2. Biancheria da letto e indumenti da notte

La tua biancheria da letto funge da isolante quindi una biancheria più spessa tende a trattenere più calore rispetto a quella più sottile e anche indossare indumenti da notte spessi può portare al surriscaldamento.

Tessuti diversi hanno proprietà di trattenere il calore diverse e possono influenzare la qualità del sonno, per esempio gli indumenti da notte in lana favoriscono il sonno più del cotone a 17° C, ma il cotone favorisce un sonno più profondo a 22° C.

Possibili soluzioni

  • Usa meno coperte.
  • Scegli tessuti leggeri e traspiranti.

3. Attività pre-sonno

Le attività che svolgi prima di coricarti possono potenzialmente aumentare la temperatura corporea e rendere più difficile addormentarsi.

Esercizio.
L’esercizio serale non ha un impatto negativo sul sonno, anzi l’esatto opposto, ma l’inizio del sonno può essere compromesso se l’esercizio fisico intenso termina entro 1 ora prima di coricarsi.

Caffeina.
È risaputo che il consumo di caffeina vicino al momento di coricarsi può rendere difficile addormentarsi. Insieme all’aumento della prontezza mentale, la caffeina è associata a una temperatura corporea più alta.

Attività stressanti.
Quando ti senti stressato, i vasi sanguigni si restringono. Questa azione abbassa la temperatura della pelle e aumenta la temperatura corporea interna.

Sesso.
Il sesso può migliorare la qualità del sonno rilasciando ormoni che favoriscono il rilassamento.

Possibili soluzioni

  • Termina l’esercizio almeno 1 ora prima di andare a letto.
  • Non consumare caffeina nel tardo pomeriggio o la sera.
  • Minimizza le attività stressanti prima di andare a dormire.

4. Chi dorme con te

Se dormi con altre persone o animali domestici, la temperatura combinata del tuo corpo può aumentare la temperatura sotto il letto e nella tua stanza. I corpi emettono costantemente calore come sottoprodotto del metabolismo. Più corpi e più piccolo è lo spazio, più velocemente l’area si riscalda.

La temperatura media di un corpo umano è di circa 37° C. Se la temperatura della stanza è più alta di questa, il tuo corpo assorbirà il calore e avrà effettivamente un effetto di raffreddamento sulla stanza.

Possibile soluzione

  • Se si dorme con altre persone, prendere in considerazione l’utilizzo di una coperta separata.

5. Farmaci

Un sacco di farmaci possono potenzialmente aumentare la temperatura corporea o interrompere la capacità del corpo di regolarne la temperatura.

Di seguito alcune sostanze che influenzano i meccanismi di termoregolazione:

  • anticolinergici
  • antibiotici beta-lattamici comprese penicillina e cefalosporine
  • carbamazepina
  • farmaci per il diabete
  • diuretici
  • farmaci per terapia ormonale
  • metildopa
  • antidolorifici come il paracetamolo (Tylenol) o l’aspirina
  • fenitoina
  • procainamide
  • psicotropi
  • chinidina
  • antidepressivi triciclici
  • steroidi come il cortisone o il prednisone
  • droghe come MDMA, ecstasy, cocaina

Possibile soluzione

  • Contatta il tuo medico e vedi se puoi modificare i tuoi farmaci o il loro dosaggio

6. Ormoni

Gli squilibri nei livelli ormonali possono portare a sudorazioni notturne o vampate di calore. Molte donne sperimentano sudorazioni notturne come parte della sindrome premestruale a causa delle fluttuazioni dei livelli di estrogeni e progesterone.

Anche la gravidanza porta anche a cambiamenti ormonali che aumentano il flusso sanguigno e aumentano la temperatura corporea interna.

L’ipertiroidismo e l’apnea ostruttiva del sonno sono altre due potenziali cause del perché ti senti caldo e sudato di notte.

Possibile soluzione

  • Chiedi al tuo medico le migliori opzioni di trattamento per la tua condizione.

7. Malattie e infezioni

Molte malattie possono portare ad un aumento della temperatura corporea o causare sudorazioni notturne. Le malattie infettive che possono causare una temperatura corporea elevata includono:

  • influenza
  • mal di gola
  • polmonite
  • tubercolosi
  • altre infezioni batteriche
  • raffreddori

Altre condizioni che possono farti sentire caldo di notte includono:

  • cancro
  • malattia coronarica
  • iperidrosi
  • ipertiroidismo
  • stress cronico

Possibile soluzione

  • Segui la terapia prescritta dal medico in maniera rigorosa.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

https://www.cortassa.it/wp-content/uploads/2017/11/materasso_mal_di_schiena-2.jpg

Leggi i consigli
dell'esperto

Gazzettino del buon riposo
https://www.cortassa.it/wp-content/uploads/2017/11/contattaci.jpg

Contattaci subito

Siamo a tua disposizione
per consigliarti il prodotto giusto

Acquista Online

Scopri i nostri prodotti!

Seguici sui social

© Copyright 2018 Cortassa dal 1903 – P.I. 10715370010
ODR | Informativa Privacy | Informativa Cookies | Termini e Condizioni